La Fondazione

Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo

Il 10 aprile 2018 a Mantova si è costituita la Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo che ha come Presidente d'Onore Anna Maria Piussi, Presidente del Consiglio di Amministrazione Luana Zanella, Vicepresidente Luisa Conti.

La giornata è stata celebrata come solenne dalle Fondatrici che invitano a condividere con loro la gioia per aver compiuto questa passo fondamentale verso la creazione della Scuola.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione è composto da Luana Zanella (Presidente), Luisa Conti (Vicepresidente), Mario Gritti (Tesoriere), Anna Maria Piussi (Presidente onoraria), Sandra Morano, Maria Laura Antonellini.

La Fondazione è stata promossa da un comitato composto da Annarosa Buttarelli, Anna Maria Piussi, Cristiana Collu, Tiziana Coccoluto, Luana Zanella, Laura Regina Balestrini, Gemma Beretta, Serena Bortone, Franca Chiaromonte, Margherita Dogliani, Antonella Giachetti, Gianna Mazzini, Maria Letizia Paolozzi, Maria Laura Antonellini ed è nata dopo una lunga consultazione nazionale circa la necessità di dare vita ad un'impresa che ponga in dialogo il patrimonio di saperi e sapienze femminili con la presenza di molte donne nella vita pubblica.

Hanno costituito la Fondazione (da destra a sinistra):
Luisa Conti, Maria Laura Antonellini, Cristiana Collu, Anna Maria Piussi, Annarosa Buttarelli, Rosella Prezzo, Sandra Morano, Nadia Lucchesi, Daniela Dezio (Notaia), Luana Zanella, Elvira Mengazzoli (Commercialista), Mario Gritti, Valentina e Anna (testimoni).

Image

Assemblea delle Fondatrici

Docente di discipline economiche e giuridiche, femminista e ambientalista, approda all'inizio degli anni Novanta alla politica istituzionale, assumendo vari incarichi nel Comune di Venezia, da Presidente circoscrizionale a Presidente del Consiglio Comunale e due volte Assessora, alle Politiche Sociali e alla Produzione Culturale. Parlamentare per due legislature e co-portavoce della Federazione Nazionale dei Verdi, dal 2013 al 2015. Attualmente fa parte dell'Esecutivo Nazionale dei Verdi ed è responsabile di Europa Verde del Veneto.

Ha dato vita con altre all'associazione "Le Vicine di casa". Dal 2016 al 2019 è Presidente dell'Accademia di Belle Arti di Venezia e componente del direttivo del Distretto Veneziano della Ricerca e dell'Innovazione. Co-fondatrice dell'Associazione "Preziose" di Venezia Mestre.

Filosofa, docente e saggista. Ha in corso una ricerca originale nell’ambito della Filosofia di trasformazione.

Fa parte del Comitato Organizzatore di Festivaletteratura di Mantova e dal 1988 della Comunità filosofica Diotima presso l’Università di Verona. Dirige due collane editoriali di cui una, presso Moretti&Vitali, si intitola “Pensiero e pratiche di trasformazione”. Studiosa di María Zambrano e Carla Lonzi, ha scritto numerosi saggi e monografie, tra cui il celebre Sovrane. L'autorità femminile al governo (il Saggiatore), uscito in riedizione accresciuta nei primi mesi del 2017, libro che ha generato una rete politica in ambito nazionale.

Ha ideato le Accademie della Maestria femminile ed è stata nominata direttrice scientifica della Scuola di Alta Formazione per Donne di Governo.

Dirige, dal 2015, La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Laureata all’Università di Cagliari, Facoltà di Lettere Moderne, indirizzo storico artistico medievale. Ha approfondito i suoi studi seguendo un corso di dottorato in Storia dell’arte, due master biennali in Museografia e Museologia, un corso di Progettazione di Mostre e Esposizioni presso l’Università Complutense e le Facoltà di Belle Arti e Geografia e Storia di Madrid. Dopo una intership all’Art Gallery of New South Wales di Sydney, ha completato la sua formazione alla Bocconi con un corso di Management dei musei.

Nel 1996, a soli 27 anni, è diventata direttrice della istituenda Pinacoteca di Nuoro e, nel 1999, ha inaugurato il Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, rimanendo alla sua direzione per 13 anni. Dal 2012 al 2015 è stata direttrice del Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. Nel 2015 ha diretto per sei mesi dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico di Nuoro. Ha insegnato come docente a contratto all’Università “La Sapienza” di Roma, all’Università degli Studi di Sassari, di Cagliari e di Trento.

Nata in una povera famiglia contadina della pianura padana e dagli 11 anni ha iniziato a lavorare in campagna. A 20 anni, alla ricerca di una crescita personale, si trasferisce a Milano dove trova lavori diversi, il più interessante è sicuramente quello di rappresentante pubblicitaria per un’azienda orafa per diventare poi rappresentante nel settore plastico.

Il suo spirito indipendente e intraprendente, assieme all’esperienza maturata la portano ad avviare e dirigere, con l’aiuto di validi collaboratori, un’azienda che produce da 35 anni e con successo, materie plastiche.

Già docente ordinaria di Pedagogia generale all'Università di Verona, ha coordinato il dottorato di ricerca in Scienze dell'educazione e della formazione continua ed è stata responsabile scientifica di progetti di ricerca nazionali e internazionali (tra l'altro con Brasile, Danimarca, Spagna).

Partecipa dall'inizio alla comunità filosofica femminile Diotima della stessa Università, e ha contribuito sviluppare e a far conoscere in Italia e in alcuni paesi europei ed extraeuropei il pensiero e la pedagogia della differenza sessuale. Docente al master "Estudios de la diferencia sexual" dell'Università di Barcellona, è autrice di varie pubblicazioni, molte delle quali tradotte in altre lingue.

È coordinatrice delle Accademie della Maestria femminile dal titolo: Del Fare Scuola e Della Nascita e della Relazione Materna.

Insegnante di lettere per molti anni, artigiana della lingua materna, ha pubblicato fra il 1988 e il 2015, diverse raccolte poetiche, tra cui La filosofa delle stelle ( 2000), opera dedicata ad Ipazia di Alessandria. Ha fondato con altre a Ravenna la “Società poetica, arte della lingua materna” e ha curato il libro collettaneo La lingua che ci accade (2010).

Filosoficamente e politicamente si riconosce nel Pensiero della differenza sessuale, insegnato dalle filosofe di Diotima. Ha eletto sua Maestra di politica la filosofa Annarosa Buttarelli.

Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, ha insegnato presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università degli Studi di Genova, dedicandosi ad attività di assistenza e didattica nel corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, nel corso di laurea in Ostetricia, di Infermieristica pediatrica, e nella scuola di specializzazione in Ginecologia e Ostetricia.

Nel 2000 ha creato la prima Casa di Maternità Intra-ospedaliera in Italia costituita presso l’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST di Genova.

È coordinatrice dell’Accademia Le Mediche, all’interno del progetto Accademie della Maestria femminile.

Per trent'anni docente di storia e filosofia nei Licei, è stata tra le fondatrici dell'associazione "Le Vicine di casa" di Mestre e fin dai primi anni Novanta si è impegnata nella diffusione del pensiero della differenza sessuale, attraverso la pubblicazione di numerosi saggi e di due libri: Frutto del ventre, frutto della mente. Maria, madre del Cristianesimo (Tufani 2002) e Anna. Una differente trinità (Tufani 2014), nei quali interpreta il messaggio cristiano come esito della sapienza femminile, da sempre attiva nella storia.

Dal 2016 fa parte del Consiglio direttivo dell'associazione "Preziose" di Mestre-Venezia ed è responsabile dell'Accademia della Maestria femminile della Spiritualità. Nel corso del 2020 ha dato inizio all'Accademia della Spiritualità e dell'Ecologia.

Filosofa, saggista e traduttrice, vive e lavora a Milano. È stata a lungo redattrice della rivista “aut aut” e docente a contratto di Estetica alla Facoltà di Architettura di Milano. Autrice di numerosi saggi, è inoltre stata tra i primi a introdurre e promuovere in Italia il pensiero di María Zambrano, curandone diverse edizioni italiane. Da anni pratica la filosofia tenendo gruppi di pratica filosofica in diversi contesti culturali, sociali e professionali.

È coordinatrice dell’Accademia Aver Cura delle Parole che Curano e collabora ad altre Accademie della Maestria femminile.

Partnership

La Fondazione è orgogliosa di collaborare con tante realtà

AIDP
ANP
CADMI
Boschi di Stefano
Comune di Milano
DAOSan
Uni Salerno
Galleria Nazionale
Fondazione di Venezia
Mission Continuity
SNA
Roma
Uni Cagliari
Uni Parma
Uni Salerno

La Fondazione è grata a chi ha desiderato sostenere le attività della Scuola

Banca Generali Private
BPER: banca
Comune di Mantova
enel
Rotary Mantova

Sostienici

La Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo opera dal 2018 per promuovere la formazione di donne e uomini affinché si sperimenti un nuovo modo di vivere e guardare la realtà, grazie ai saperi e alle sapienze femminili del passato e del presente.
Sostieni la Fondazione per:

  • supportare lo studio e la ricerca di modelli femminili necessari alla trasformazione dei contesti contemporanei;
  • sostenere l'accesso ai Corsi di perfezionamento da parte di tutte e di tutti, attraverso una Borsa di Studio;
  • aumentare le attività di dialogo e di rete con le realtà diffuse sul territorio per accrescere una coscienza pubblica capace di una nuova convivenza.

 

DONA ORA

IBAN IT 28S0306909606100000162444
Banca Intesa Sanpaolo, Torino
c/c Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo