DAOSan

La forza trasformativa della formazione

La Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo ha stretto un accordo di partnership con l'Università di Salerno per il Master DAOSan in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie (DAOSan) diretto dalla prof.ssa Paola Adinolfi. Annarosa Buttarelli, direttrice scientifica della Scuola di Alta Formazione Donne di Governo, sarà la coordinatrice scientifica all'interno del Curriculum Change Management & Innovation in Healthcare Organizations.

Ecco il contributo della prof.ssa Paola Adinolfi, in cui viene presentata la XVI edizione del Master e il contributo della nostra Fondazione all'offerta formativa di quest'anno.

Serpeggia silenzioso all'ombra del più famoso virus dell'era globale superandolo, a tratti, per violenza e potenza distruttiva: il virus del dominio. Da lungo tempo impera nella nostra organizzazione sociale, nelle istituzioni, persino nell'educazione e nella cultura, annidandosi in ogni intervento di sviluppo che si configuri unidirezionale e che impedisca di sprigionare potenzialità, autonomia, coinvolgimento in un progetto, assunzione di responsabilità.

Un antidoto potente al virus del dominio è l'energia generatrice che promana da reazioni a catena di costruzione. Costruire significa adottare un modello di cambiamento bottom-up che fa leva sulle risorse locali. La letteratura internazionale, economica, sociale e filosofica mette al centro dello sviluppo le forze locali dando forma al concetto di empowerment ovvero di capacitazione o valorizzazione delle persone poste in condizione di esercitare un potere. Costruire attraverso il cambiamento consente agli individui di passare dallo status di determinati a quello di determinanti; di spingere gli stessi fuori dallo stato di impotenza appresa (learned helplessness) o di depressione comunitaria, come definita in talune inchieste sociologiche.

L'azione di empowerment consente di riconquistare il valore personale e la fiducia di poter operare insieme agli altri e con le istituzioni, in modo efficace, per realizzare un cambiamento.

Il mondo accademico e della cultura, negli ultimi anni, avverte vivo il dovere morale di attivare il processo di empowerment agendo sulle competenze e, dunque, su modelli innovativi di formazione che siano rivolti alle giovani generazioni, ma anche “al valoroso esercito di riserva” operante nelle aziende e nelle istituzioni del nostro Paese.

L'Università degli Studi di Salerno, sotto la guida del Rettore prof. Vincenzo Loia, avverte profondamente il significato e il valore della ‘costruzione' rendendola viva nella didattica, nella ricerca e nella Terza Missione. L'Ateneo, inoltre, ha iniettato questo credo etico e filosofico anche nella formazione per adulti dando vita ad un approccio di tipo change-based, basato sul cambiamento, che vede il gruppo di lavoro supervisionato e supportato da uno specialista di formazione, impegnato nella gestione di un progetto o un problema reale affidato da un committente. Il metodo change-based, denominato T.R.E.E., è stato sperimentato dall'Ateneo salernitano nell'ambito del Master in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie (DAOSan) diretto dalla prof.ssa Paola Adinolfi.

Scarica la brochure

Il metodo T.R.E.E. si basa sull'autenticità e sull'applicazione real life delle nozioni teoriche apprese: l'apprendimento è attivato dall'esperienza pratica del cambiamento. La progettazione/sperimentazione di un cambiamento e lo sviluppo dell'apprendimento sono concomitanti e integrati in un circolo sistemico-ricorsivo. Sia il cambiamento sia l'apprendimento ne risultano potenziati: da un lato si dà spessore teorico e si potenziano le azioni di cambiamento intraprese, contribuendo alla trasformazione delle conoscenze tacite dei manager in conoscenze esplicite; dall'altro si massimizza l'apprendimento, che si arricchisce e riempie di significato con l'esperienza di cambiamento intrapresa, che viene potenziata attraverso la riflessione in un ambiente sicuro. L'apprendimento che scaturisce dalla formazione change-based è molto più duraturo e profondo rispetto a quello innescato da metodologie didattiche tradizionali basate su lezioni frontali e studio individuale, e al contempo supera il tradizionale project management praticato nelle aziende, dove il learning viene spesso posposto per via delle pressioni sugli obiettivi a breve termine, e se vi è un apprendimento questo non sempre viene condiviso (e dunque arricchito) nel confronto con altri. Il percorso formativo change-based è strutturato in modo da favorire e potenziare la pratica riflessiva, individuale e collettiva, che consente di interiorizzare l'apprendimento scaturente dal progetto di cambiamento, e dunque di imparare, o disimparare, o imparare ad imparare.

Terreno privilegiato di applicazione, oltre che di sperimentazione continua del metodo T.R.E.E., è il Master DAOSan, al centro di un'ampia e vivace learning community costruita e alimentata in 16 anni di consolidata tradizione formativa supportata dal contributo scientifico e didattico di autorevoli studiosi di fama nazionale e internazionale, quali il prof. Henry Mintzberg, Elio Borgonovi, Raffaele Calabrò, Raffaele Cantone, Carlo Cottarelli, Jens Jörn Dahlgaard, Gerardine Doyle, Ikujiro Nonaka, Muhammad Yunus.

La sedicesima edizione si fregia, inoltre, di nuova e prestigiosa partnership istituzionale stipulata con la Fondazione Scuola Alta Formazione Donne di Governo (SAFDG). Il Comitato di Indirizzo del Master DAOSan accoglie con orgoglio l'ingresso della Direttrice Scientifica della Fondazione, Annarosa Buttarelli e di una delle fondatrici, Sandra Morano. La Direttrice Buttarelli e la prof.ssa Morano introdurranno nel percorso DAOSan un percorso specifico sul ruolo trasformativo delle donne nella gestione e nel management delle organizzazioni sanitarie. Il modulo progettato ad hoc dalla SAFDG si compone di insegnamenti strategici ad alto contenuto innovativo: Pratiche differenti di Governo, Elementi di Teoria e pratiche manageriali innovative, Elementi di Scienza della trasformazione, Elementi di Management Sapienziale, Elementi di Teoria e Pratiche di Innovazione Giuridica e Deontologica in Medicina. La nuova partnership consentirà, inoltre, al Master DAOSan di ospitare altre illustri testimonianze, nazionali e internazionali, tra le quali quelle di Rosella Prezzo, Pascale Molinier, Christophe Dejours e Tiziana Coccoluto, Luisa Pogliana.

Il contributo dalla SAFDG si affianca ad un indirizzo formativo specifico del Master DAOSan “Transformational Leadership in Healthcare Organizations, in cui professionisti e accademici approfondiscono, con un approccio innovativo e trasformazionale, le tematiche classiche del management (contabilità, organizzazione, gestione delle risorse umane, project management, strategia, programmazione e controllo, marketing e comunicazione, accreditamento delle strutture sanitarie, risk management); gli aspetti normativo-contrattuali (appalti e contratti pubblici, anticorruzione e trasparenza, rapporto di lavoro, procedimento amministrativo) e tecnico-specialistici (sicurezza e prevenzione, technology assessment, certificazione di qualità, sistemi informativi sanitari); i temi dell'open innovation e del change management.

Tre sono le fasi d'aula che scandiscono il percorso formativo:

  • “precorsi” (Elementi di economia aziendale, Elementi di diritto, Organizzazione e gestione dei sistemi informativi), volti ad uniformare le conoscenze di base dei discenti;
  • “corsi fondamentali” (Sistemi sanitari: modelli, regole e strategie, Organizzazione e gestione delle risorse umane nelle aziende sanitarie, Contabilità e controllo di gestione nelle aziende sanitarie, Qualità, marketing e comunicazione nelle aziende sanitarie, Sicurezza, auditing e controllo) volti a fornire le conoscenze caratterizzanti del percorso di studio;
  • “corsi specialistici” (Gestione del rischio, Responsabilità e anticorruzione, Clinical Governance e innovazione per il curriculum Risk Management & Regulation in Healthcare Organizations, Leadership & Change Management per l'indirizzo “Transformational Leadership in Healthcare Organizations”), che consentono l'approfondimento nell'area curriculare.

La forza trasformativa della formazione: un esempio di reazioni a catena di costruzione, in grado di generare l'antidoto al virus del dominio.

Il termine ultimo per le iscrizioni è il 12 Aprile 2021.




Potrebbero interessarti anche: