fbpx
28 Gennaio - Sovrane. Per governare la città senza appropriarsene

28 Gennaio - Sovrane. Per governare la città senza appropriarsene

Venerdì 28 gennaio 2022, in diretta streaming, si terrà il secondo dei quattro appuntamenti del percorso "Donne di Governo. La novità storica".

A partire dalle 17.00 Annarosa Buttarelli e Luana Zanella –pettivamente Direttrice scientifica e Presidente della Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo, dialogheranno con Marina Sereni, Viceministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per condividere una via «differente» di fare politica e governare, sperimentata nel tempo da alcune donne protagoniste del passato e del presente.

Qui il video dell'incontro.

Sovrane
Per governare la città senza appropriarsene

marinasereniViceministra Marina Sereni

Le partecipanti potranno conoscere, apprendere, quali sono le dinamiche che l'autorità femminile può mettere in pratica, nel concreto delle amministrazioni pubbliche, per riscoprire il concetto di "governo".

Oggi si possono vedere due rivoluzioni in corso, che emergono con chiarezza attraverso i nuovi contributi offerti dall'autrice: la rivolta populista e il cammino trasformativo delle donne. Questo lo scenario in cui ci si trova: donne e popolo. La profezia dell'incrocio storico tra avanzata dell'autorità delle donne e ritorno del problema politico del popolo si è avverata come una realtà visibile, e serve lavoro di pensiero e ascolto, che aiuti la posizione sovrana delle donne a strappare il popolo al populismo. scrive Annarosa Buttarelli in Sovrane, ispirazione per questo secondo incontro.

Nel saggio del 2017, la filosofa Annarosa Buttarelli interpreta pensieri, pratiche e politiche create da donne che nella storia hanno consolidato la propria autorità, basata sul principio ordinatore delle relazioni umane e regolata dalle leggi della vita più che dal diritto maschile, dalle gerarchie o dallo strapotere del denaro. Si compone così una galleria di ritratti, donne protagoniste che hanno indicato una via «differente» di fare politica e governare. Il patriarcato sembra ormai tramontare come forma di dominio sulla mente e sul corpo delle donne, ma le istituzioni politiche, culturali e religiose sono ancora largamente dominate da logiche monosessuate e da una misoginia spesso inconsapevole. Nessuna riforma istituzionale può essere efficace se non si realizza una convivenza nuova tra uomini e donne; questa può nascere solo rivoluzionando il modo di intendere il concetto di sovranità, che deve essere radicalmente diverso da quello che ha orientato l'assolutismo monarchico, la democrazia rappresentativa e, infine, i tentativi di contenere la disgregazione degli stati-nazione.

Il percorso Donne di Governo. La novità storica si è aperto venerdì 14 gennaio a Milano con un incontro che ha visto - in presenza e on line - un'importante partecipazione di donne che ricoprono una carica politica-amministrativa, desiderose di confrontarsi con altre colleghe che vivono la stessa responsabilità pubblica.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Potrebbero interessarti anche:

Ricevi tutti gli
aggiornamenti!

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento nel footer delle nostre mail. Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando per iscriverti, accetti che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp.

Scuola Alta Formazione Donne di Governo


L'unica istituzione femminile dedicata a una nuova formazione, che offre a tutti e a tutte la possibilità di realizzare un cambio di civiltà nei vari aspetti del cammino umano: scuola, cultura, economia, famiglie, arti, scienze.

Seguici su